Agenda 2030. I CEO scendono in campo: tutti gli obiettivi da raggiungere - Valore Responsabile immagine-preview

Lug 8, 2019

Agenda 2030. I CEO scendono in campo: tutti gli obiettivi da raggiungere

CSR Europe lancia una call to action attraverso la voce di principali CEO del vecchio continente. Per la sostenibilità del pianeta e del nostro modo di vivere non c’è davvero più tempo

Il mondo vive seguendo modello di sviluppo insostenibile, dal punto di vista ambientale, economico e sociale. Stare a guardare pensando che sia una responsabilità altrui non solo non migliora le cose, ma le peggiora e pure con una certa velocità: per questo è nata l’Agenda 2030 con i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs), un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU.

CEO Call to Action

Sempre per questo Fondazione Sodalitas ha lanciato in Italia la CEOs Call to Action di portata europea, iniziativa di CSR Europe, il business network europeo leader per la Corporate Social Responsibility che lavora di concerto con la Commissione Europea per coinvolgere i top manager e le aziende di tutta Europa che considerano la sostenibilità un aspetto centrale e qualificante del loro modo di fare impresa. Un appello a cui hanno già aderito oltre 40 business leader di imprese italiane: un modo per alzare la mano e dire “io ci sono, ci sto, mi impegno” a rafforzare il dialogo e l’interazione con la politica, la società civile e le controparti commerciali e industriali per unire le forze e accelerare la crescita inclusiva, affrontare il cambiamento climatico e creare meccanismi virtuosi di prosperità sostenibile. É prima di tutto dalle aziende che oggi l’opinione pubblica si aspetta un’esternazione formale del proprio impegno: sono loro che rappresentano piccoli e grandi ecosistemi di coinvolgimento collettivo, che producono e creano profitto, che utilizzano risorse e possono incidere sulla sensibilità di dipendenti e fornitori, allargando la rete di impegno responsabile. Sono le aziende che possono guidare la società verso il cambiamento, chiedendo il sostegno della società civile e dei responsabili politici.

*Principali risultati della CSR di Mediobanca in relazione al sostegno alle comunità locali

Ma cosa significa aderire ad Agenda 2030?

Letti tutti d’un fiato, gli obiettivi da realizzare nei prossimi 20 anni sembrano utopistici, ma non se affrontati insieme, concetto chiave che Sodalitas ha voluto rimarcare con un evento speciale dedicato alla call.

 

 

Porre fine alla povertà in tutte le sue forme, perché ad oggi sono ancora molte le persone che vivono con meno di 1,25 dollari al giorno. Azzerare la fame, realizzare la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere l’agricoltura sostenibile, perché ognuno di noi ha diritto ad avere cibo sufficiente per tutto l’anno. Un obiettivo raggiungibile tramite sistemi di coltivazione e produzione di cibo sostenibili che mantengano intatto l’ecosistema e la diversità di semi e di piante da coltivare. Garantire le condizioni di salute e il benessere per tutti a tutte le età: assicurazione sanitaria, supporto alla ricerca e sviluppo di vaccini e medicinali per malattie trasmissibili è il primo passo per ridurre la mortalità materna e infantile.

 

Offrire un’educazione di qualità, inclusiva e paritaria e promuovere le opportunità di apprendimento durante la vita per tutti, eliminando ogni forma di discriminazione di genere e promuovendo un accesso paritario a tutti i livelli di educazione, puntando alla qualità degli insegnanti rende possibile l’accesso all’istruzione di base per uomini e donne di ogni età e condizione di vita. Realizzare l’uguaglianza di genere e migliorare le condizioni di vita delle donne, lottando contro la discriminazione femminile, partendo dal piano professionale e dalla parità di retribuzione è il primo passo per riconoscere diritti e autonomia.


Garantire la disponibilità e la gestione sostenibile di acqua e condizioni igieniche per tutti perché l’acqua è fonte di vita ed è necessario che questa sia accessibile a chiunque. Assicurare l’accesso all’energia pulita, a buon mercato e sostenibile per tutti, promuovere una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, la piena e produttiva occupazione e un lavoro decoroso per tutti, costruire infrastrutture resistenti, promuovere l’industrializzazione sostenibile e inclusiva e favorire l’innovazione anche tramite lo sviluppo tecnologico e la ricerca.

Ridurre le disuguaglianze tra i paesi, raggiungendo e sostenendo la crescita del reddito interno. Serve promuovere e supportare politiche fiscali, salariali che assicurino gradualmente una maggiore uguaglianza tra la popolazione. Rendere le città e le comunità sicure, inclusive, resistenti e sostenibili, garantire modelli di consumo e produzione sostenibili e agire con urgenza per combattere il cambiamento climatico e il suo impatto, salvaguardare gli oceani, i mari e le risorse marine per un loro sviluppo sostenibile, proteggere, ristabilire e promuovere l’uso sostenibile degli ecosistemi terrestri, la gestione sostenibile delle foreste, combattere la desertificazione, fermare e rovesciare la degradazione del territorio e arrestare la perdita della biodiversità.

Promuovere società pacifiche e inclusive per lo sviluppo sostenibile, garantire a tutti l’accesso alla giustizia, realizzare istituzioni effettive, responsabili e inclusive a tutti i livelli e rinforzare i significati dell’attuazione e rivitalizzare le collaborazioni globali per lo sviluppo sostenibile.

 

 

“Le imprese mostrano di avvertire una sensibilità sempre più diffusa verso i temi al centro dall’Agenda 2030. È fondamentale, però, che questi impegni globali e universali si traducano in obiettivi pienamente integrati nella catena del valore. Un esercizio non banale, che richiede strategie chiare, programmi e azioni efficaci nel generare un impatto davvero rilevante e riconoscibile”, spiega la Presidente di Fondazione Sodalitas, Adriana Spazzoli. Per info e adesioni: www.sodalitas.it

 

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter