Valore Responsabile, le storie di inclusione su StartupItalia immagine-preview

Mag 22, 2019

Valore Responsabile, le storie di inclusione su StartupItalia

Un nuovo progetto in partnership con Mediobanca per raccontare storie di inclusione

Che cosa significa inclusione? Sul vocabolario l’accezione più precisa è data dal suo semplice significato matematico: in matematica, inclusione è la relazione fra due insiemi e si verifica quando ogni elemento di un insieme entra a far parte dell’altro.

L’inclusione indica lo stato di appartenenza a qualcosa, quel momento in cui ci si sente parte attiva della società e ci si sente accolti da questa. L’inclusione sociale rappresenta quindi la condizione in cui tutti gli individui vivono in uno stato di equità e di pari opportunità, indipendentemente dalla presenza di ostacoli e barriere sia fisiche che psicologiche.

Da oggi nasce un nuovo progetto su StartupItalia che parte con una partnership importante con Mediobanca. Si chiama Valore Responsabile e vuole dare un volto e un nome a chi in questi anni si è speso per migliorare il mondo in cui viviamo per renderlo più equo, giusto, tollerante. Il canale, attraverso il racconto di progetti innovativi, attraverso le storie di uomini e donne che si impegnano prendendosi cura della società e che non si arrendono di fronte alle barriere, vuole essere una vetrina che mostra quanto di buono è già stato fatto e si sta facendo in Italia e all’estero.

Il canale si pone anche l’obiettivo di essere uno stimolo per quanti vorrebbero impegnarsi di più a livello sociale ma ancora non hanno trovato la strada giusta per farlo.

 

Innovazione che parte dalle persone

 

Contribuire allo sviluppo della società, questo è il fil rouge delle storie che troveranno spazio sul canale, è un compito che si devono proporre non solo istituzione e grandi aziende ma anche startup e PMI che spesso proprio con i loro progetti riescono a migliorare l’ambiente circostante e dare un senso diverso all’uso della tecnologia.

Abbiamo molti innovatori a cui dare spazio. Non sono necessariamente persone e organizzazioni che pongono alla base della loro proposta il paradigma tecnologico o digitale. L’innovazione che portano nel mondo riguarda ciò che di più importante esiste: le persone.

Abbiamo deciso di dare il nostro contributo per diffondere il lavoro che cambia le persone, le comunità, le periferie; che crea nuovi modelli di stare insieme o nuove vocazioni a luoghi dimenticati.

Abbiamo deciso di stimolare la nostra community a riflettere su valori profondi che, però, sappiamo essere parte di ogni organismo che fa dell’integrazione delle sue parti la sua forza principale.

Lo faremo principalmente attraverso il valore della responsabilità: daremo il nostro contributo perché anche la community dell’innovazione possa conoscere il lavoro di chi fa dell’inclusione la sua parola d’ordine. Molte volte abbiamo parlato della necessità di andare oltre i confini. Ora con questo nuovo progetto editoriale vorremmo portare tutti voi oltre i confini degli stereotipi sociali, dei pregiudizi territoriali per scoprire insieme come possano nascere nuovi futuri possibili.

Per questo partiremo dal mostrare come ci si può impegnare sul territorio rendendo più vivibile un quartiere di periferia e creando aggregazione in una zona abbandonata. Parleremo poi di quei maker che hanno deciso di impegnarsi per creare ausili per bambini con disabilità, e di quei founder che hanno creato un’app per aiutare chi ha difficoltà di movimento a trovare la strada più semplice da percorrere. Ancora parleremo di cooperative che lavorano con i NEET dandogli speranza e formazione e aziende che coinvolgono i dipendenti e i loro figli in attività arricchenti per costruire intorno a sè terreno fertile per la nascita di idee e per la crescita personale e professionale.

 

Noi ci siamo e come al solito coinvolgiamo tutta la community in questa nuova avventura. Seguiteci per vedere come il mondo grazie anche alla innovazione può essere un posto migliora.

 

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter